988 Views
Add

Come trovo il nome giusto per la mia attività?

Un passaggio obbligatorio e decisamente prioritario, nell’apertura di qualunque attività lavorativa è la scelta del “nome”. Una semplice dicitura ci distingue dal resto del mondo.

 

Non dimentichiamoci una cosa importantissima se non abbiamo un nome, non possiamo avere un logo!

Il nostro amico grafico, che abbiamo già stabilito essere una creatura singolare e che utilizza un linguaggio incomprensibile, potrebbe rivolgersi a noi dicendo “hai già fatto il ”naming”?”

Ad una domanda come questa, potrebbero seguire trenta interminabili secondi di silenzio imbarazzante, durante il quale un cliente sprovveduto, lancerebbe occhiate furtive a varie parti del proprio corpo, per controllare che siano abbastanza sode.

A noi questo non succederà perché abbiamo già capito che naming non è l’ultimo ritrovato del fitness, ma è una complessa attività che ha lo scopo di progettare e realizzare il nome di un’azienda, un prodotto o un servizio.

Sembra una cosa semplice da fare, ma non lo è affatto!

La scelta non deve essere superficiale. Nell’ambito della comunicazione aziendale è molto importante, è la prima cosa in assoluto che “parla di noi”.

Il nome sbagliato può avere conseguenze indesiderate per i nostri affari.

Tutto diventerebbe più semplice se per risolvere il problema ci rivolgessimo ad un’agenzia di comunicazione .

In tal caso però, questo articolo finirebbe qui!

Proviamo invece a vedere come possiamo fare per ideare un nome aziendale “che funzioni”.

Partiamo dalla cosa più semplice, il nome proprio.

La nostra attività potrebbe essere identificata con il nostro stesso nome, in alcuni casi è un’ottima scelta, soprattutto se sono un libero professionista, per esempio: sono un fotografo, mi chiamo Piero Pincopallo, e così mi presento al pubblico. In questo modo il mio lavoro ed io siamo la stessa cosa. La scelta comunica che mi espongo in prima persona, ci metto la faccia. Tutto passa attraverso la mia identità.

Facciamo però molta attenzione ad avere una certa autocritica, perché non sempre questa scelta potrebbe andare bene, esempio: mi chiamo Anna Veleni e decido di aprire una pasticceria… Sull’insegna del mio negozio la scritta “Anna Veleni Dolci” potrebbe disorientare un pochino il pubblico e creare dei dubbi sulla genuinità dei miei prodotti!

In un secondo caso, valuto l’idea di utilizzare un acronimo, cioè una parola formata da iniziali.

Sto aprendo una ditta di Materassi Ortopedici a RAvenna e la mia azienda si chiamerà “MORA”.

Il nome è breve, memorizzabile senza difficoltà e offre la possibilità di giocare con i doppi sensi.

Attenzione però: il risultato deve esse una parola facilmente pronunciabile.

Se produco “Macchinari Elettromagnetici Artigianali Per il Ringiovanimento della Pelle” l’acronimo “MEAPRP” sarebbe proprio da evitare!

La terza alternativa è una parola di fantasia.

Innanzitutto teniamo sempre presente che il nostro “nome” deve raccontare una storia, la nostra!

Mettiamoci seduti, comodi e rilassati, con carta e penna davanti.

Pensiamo a tutte le parole che il nostro mestiere ci fa venire in mente, anche alle più sceme.

Non si può mai sapere da dove nascerà un’idea vincente!

Riflettiamo anche su concetti laterali: ciò che affianca la nostra attività, ciò che deriva o ne consegue.

Quando non ci viene più in mente niente, rileggiamo quello che abbiamo scritto, proviamo a combinare tra loro più parole creandone di nuove, pronunciamo queste ultime poi più volte ad alta voce, e ascoltiamo il suono che ne viene fuori.

Facciamo una prima selezione ed otteniamo i nostri candidati!

Coinvolgiamo poi amici e parenti mettendo in piedi un vero e proprio sondaggio.

Meglio contattare i giudici singolarmente, evitando i gruppi social, perché le persone tendono ad influenzarsi tra loro e il risultato potrebbe non essere realistico.

Chiediamo i vari pareri, e osserviamo bene le reazioni che suscitano le diverse alternative,senza offenderci. Le risposte più istintive e sincere sono quelle più utili.

Se voglio chiamare il mio studio creativo “Linea grafica” e più persone mi fanno notare, che la prima cosa a cui pensano è la linea del bus… devo convincermi che non sto percorrendo la strada giusta.

Se siamo proprio disperati, e tutto ciò che riusciamo a concludere è l’elenco anagrafico del popolo degli hobbit, possiamo tirare fuori il solito asso nella manica, questa volta non è “il cugino che smanetta col computer”, si tratta invece di una serie di siti web, che offrono gratis e automaticamente un elenco di possibili nomi, basati su una o più parole chiave, fornite da noi.

Come già detto è un generatore automatico, quindi i risultati che propone non sono sempre eccellenti, possono però darci dei buoni suggerimenti.

Con la ricerca “generatore nomi azienda” Google sa dove indirizzarci.

Infine ricordiamo però di non farci trascinare dall’entusiasmo.

Durante la fase di creazione sono d’obbligo alcune regole molto importanti:

  • La dicitura che vogliamo usare non deve essere già stata scelta da qualcun’altro. Nella nostra zona geografica e sul web. Altrimenti potrebbe crearsi confusione a nostro svantaggio e causarci difficoltà nell’acquisto del domino di un sito internet.
  • Evitiamo accuse di plagio! Non utilizziamo nemmeno nomi simili a quelli della concorrenza.
  • Se inserisco nella ricerca di Google il nome che ho scelto, il risultato non deve portare a concetti troppo distanti dalla nostra attività.Guarda caso sono un grafico e vorrei chiamare la mia attività “il Segno”. Digito “il segno” nei motori di ricerca e noto che i risultati portano prevalentemente a riferimenti religiosi. Ora, se non mi occupo di editoria religiosa, è bene che mi sprema le meningi per trovare un altro nome.

Dopo tutto questo, se ancora nulla ci convince, proviamo a staccare un attimo.

Rimaniamo un paio di giorni senza pensarci e dedichiamoci ad altro.

Quando riprenderemo in mano la questione avremo una visione differente e nuove idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Get in Touch

×

Search

×

Login

×
About Services Clients Contact
×

Multilanguage

Top